Medicina del lavoro - Nomina medico competente

“Si ritiene utile suggerire l’opportunità di programmare un controllo sanitario preventivo anche nei casi in cui, documentata l’esistenza di un rischio, si possano verificare situazioni tali da creare le condizioni di una possibile esposizione del lavoratore che, protratte nel tempo possano condurre ad una malattia di sospetta origine professionale.”

Gruppo SEF è in grado di offrire tutti i servizi legati alla medicina del lavoro e alla sorveglianza sanitaria (obbligatorietà prevista dall’art. 18 del D.Lgs. 81/08 comma 1, lettera a)

    Più precisamente:
  • nomina medico competente;
  • redazione del piano sanitario;
  • sopralluogo degli ambienti lavorativi e riunioni periodiche;
  • visite mediche preventive (assuntive) e periodiche ed emissione del relativo giudizio d'idoneità specifica alla mansione;
  • accertamenti complementari previsti dal piano sanitario: audiometria, spirometria, ECG, test di screening visivo, esami ematochimico urinari, monitoraggio tossicologico, ecc.;
  • accertamenti di screening per la verifica dell'assenza di sostanze stupefacenti;
  • visite specialistiche;
  • vaccinazioni.


Un corretto Documento di Valutazione dei Rischi (anche per aziende a basso rischio o con meno di dieci dipendenti) permette di verificare la necessità della presenza del medico del lavoro, nella funzione di Medico Competente.

    È comunque possibile fornire un elenco indicativo, e non esaustivo, dei casi in cui la nomina è sempre obbligatoria:
  • utilizzo di sostanze chimiche (solventi, detergenti, vernici, etc.);
  • esposizione ad agenti cancerogeni;
  • esposizione ad agenti fisici (rumore, vibrazioni, temperatura, etc.);
  • contatto con agenti biologici;
  • movimentazione manuale dei carichi MMC;
  • utilizzo di videoterminale (i videoterminalisti sono i lavoratori che utilizzano più di 20 ore settimanali ad esempio i computer);
  • lavoro notturno (dalle 00.00 alle 7.00 per più di due ore consecutive) ad esempio, bar, discoteche, commercio all’ingrosso di generi alimentari (es. mercato ortofrutticolo e ittico ), laboratori di panificazione o pasticceria (forni pane), distributori di carburante, vogilanti notturni (art 2 d.lgs.532 del 26/09/99).

    Nel seguito riportiamo i principali rischi, con il riferimento legislativo, per cui è prevista una visita medica condotta da parte di un medico competente a lavoratori esposti:
  • agenti fisici → Art. 185 D.Lgs. 81/08;
  • rumore → Art. 196 D.Lgs. 81/08;
  • vibrazioni → Art. 204 D.Lgs. 201/08;
  • campi elettromagnetici → Art. 211 D.Lgs. 81/08;
  • radiazioni ottiche artificiali → Art. 218 D.Lgs. 81/08;
  • amianto → Art.259 D.Lgs. 81/08;
  • agenti cancerogeni e mutageni → Artt. 242-243 D.Lgs. 81/08;
  • agenti chimici → Art. 229 D.Lgs 81/08;
  • movimentazione manuale dei carichi → Art. 168 c.2 lettera d) D.Lgs. 81/08;
  • videoterminali → Art. 176 D.Lgs. 81/08;
  • agenti biologici → Art. 279-280 D.Lgs. 81/08;
  • lavoro notturno → D.Lgs. 25/99 (sm);
  • silice → L. 455/1943 e successive modificazioni ed integrazioni;
  • radiazioni ionizzanti per lavoratori di categoria B → D.Lgs. 230/95 e sm.